>>>>>FORM<<<<<

Filler

In medicina estetica con il termine di filler si intendono i materiali iniettati nel derma e nel sottocute a prevalente funzione riempitiva.
L’utilizzo dei filler’s in medicina estetica risale ad alcuni decenni fa, con l’avvento del collagene estratto e purificato dalla cute dei bovini appositamente allevati.
Negli anni innumerevoli sostanze sono state utilizzate, alcune erroneamente con effetti collaterali anche importanti.
Per semplificare possiamo classificare i filler in due grandi categorie:

a) non riassorbibili o permanenti
b) riassorbibili

Qualcuno inserisce anche la categoria dei semipermanenti, a nostro avviso essa non esiste.

Nella categoria dei riassorbibili sono presenti diversi prodotti, alcuni poco o nulla usati, mentre l’acido ialuronico è la prima scelta ormai da diversi anni.Esistono in commercio innumerevoli ditte che producono altrettanti innumerevoli tipi di acido ialuronico, diversi per peso molecolare, concentrazione, densità e soprattutto per tipo di lavorazione (cross-linked).
E’ quindi ben comprensibile la confusione che regna sui filler, alimentata dalla pressione delle aziende sui medici e da quella dei media sul pubblico.
Noi utilizziamo solo trattamenti di acido ialuronico a media concentrazione prodotto da grandi aziende e iniettato da anni in milioni di fiale con effetti collaterali estremamente rari e di gravità minima.

Combattere i segni del tempo

La nostra esperienza maturata in più di 20 anni di lavoro abbinata alla scelta di materiali universalmente riconosciuti, ci permette di ottenere ottimi risultati senza rischi.
Negli ultimi tre anni l’acido ialuronico può essere iniettato con un ago cannula.
Essa ci permette di muoverci sui piani cutanei con minimo traumatismo, permettendo una ottimale distribuzione del prodotto anche in aree non trattabili con aghi taglienti.
L’ago cannula ci permette non solo di riempire, ma anche di distendere la cute, creando una sorta di sostegno in vari distretti anatomici, una sorta di mini lifting del volto, solco nasolabiale, margine mandibolare e mentoniero, guancia, zigomo e sopracciglio, possono essere trattati facilmente con risultati sorprendenti.

Anche le pieghe del decolletè, il solco mammario e il dorso delle mani possono essere trattati con facilità e con risultati ottimi.
Una menzione particolare merita il trattamento degli inestetismi delle labbra. E’ nostra consuetudine usare un prodotto a media-bassa concentrazione perchè più morbido al tatto.

Anche nel caso di modesti aumenti volumetrici preferiamo eseguire il trattamento in due tempi, pre ridurre al massimo il traumatismo ed evitare il disagio sociale di labbra improvvisamente troppo diverse dalla situazione pregressa.
Solitamente con i materiali in uso negli ultimi 10 anni si arriva facilmente ad una durata media vicina ai 12 mesi.